Valutare l'intero ciclo di vita dell'edificio

per una gestione consapevole dei costi

Il costo globale di un edificio è rappresentato non solo dal prezzo di acquisto e di riqualificazione, ma anche da tutte le spese che occorre sostenere per il suo utilizzo, nel corso della sua vita.

La stima del costo globale è finalizzata a fornire a chi deve decidere tutti gli elementi per effettuare le scelte relative all’opportunità di investire nel processo, considerando le fasi di ideazione, costruzione o ristrutturazione e gestione dell’edificio nel tempo.

Per applicare il Life Cycle Cost si richiede che sia definita una serie di elementi, tra cui:

Definire tipo di realizzazione e gli obiettivi dell’investimento e di performance.

Definire il progetto e le sue possibili alternative, individuando i vincoli di tipo fisici, funzionalie e normativi e identificare le alternative progettuali tecnicamente valide che soddisfino specifiche performance tecniche.

Stabilire il periodo di studi, l’arco temporale durante il quale i costi e i benefici, collegati all’investimento, hanno ricadute sugli interessi dell’investitore.

Individuare i costi “rilevanti” e “non rilevanti” ai fini della valutazione

Si definiscono “rilevanti” i costi d’investimento (costo di progettazione, acquisto, di costruzione), i costi di gestione (elettricità, acqua, gas, e così via) e i costi di manutenzione (costo di ristrutturazione e/o restauro). I costi “non rilevanti” sono ad esempio i costi che non variano da un’alternativa progettuale a un’altra, i cosiddetti “costi irrecuperabili”, i costi di carattere fiscale o finanziario, e così via.

L’analisi del Life Cycle Cost è quindi fondamentale per valutare progetti che prevedono investimenti iniziali elevati e funzionali a ridurre costi di gestione nel tempo.

Green
Approach

Building
Consulting

Mission
Critical

Facility
Management

Life Cycle Cost

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano